Essere anziani al tempo del coronavirus