Facebook

Covid

I contagi covid nel nostro paese stanno nuovamente aumentando. Una delle problematiche collaterali che scaturiscono da questa situazione di emergenza sanitaria è la diffusione di uno stato d’animo di ansia e di paura tra la popolazione. Infatti, molte persone temono di venire infettate e per questo adottano comportamenti che tendono ad un eccessivo isolamento e/o ad un’iper vigilanza medica.

E allora cosa fare?

Proprio in momenti come questi è fondamentale essere correttamente informati e conoscere tutte le opzioni a propria disposizione. 

Innanzitutto occorre rispettare le linee guida di governo e organi sanitari. Quindi, ricordiamo che bisogna di lavarsi e igienizzarsi le mani il più possibile, indossare sempre la mascherina e mantenere il distanziamento sociale di almeno un metro.

Ma cosa bisogna fare se si pensa di avere dei sintomi riconducibili al Covid-19 oppure se si è entrati in contatto con delle persone potenzialmente positive?

In questo momento gli strumenti diagnostici a disposizione sono diversi.

Tamponi

Iniziamo con i classici tamponi tradizionali che riconoscono la presenza del virus a livello molecolare tramite la rilevazione dell’RNA, ovvero un acido ribonucleico che è centrale per la produzione di proteine attraverso le quali il virus si diffonde nel corpo. 

Questo è il tampone che viene considerato da tutti i medici il più affidabile in quanto ha una sensibilità del 98%, lasciando un margine di errore del 2% che può essere dovuto a problematiche relative al momento in cui è stato preso il campione, troppo presto o troppo tardi, oppure per disguidi di laboratorio. 

Questo tipo di prelievo avviene tramite l’utilizzo di un bastoncino che verrà inserito nella narice e/o faringe del paziente. 

I tempi di risposta possono variare molto in base a fattori esterni, come ad esempio il momento in cui viene fatto il tampone, il tempo che ci impiega ad arrivare in laboratorio, le macchine che vengono utilizzate, il personale adibito oppure da quante persone si sono sottoposte al test. 

Tampone Rapido come funziona

In questi ultimi tempi considerando le alte richieste di tamponi si è riuscito a realizzare dei tamponi rapidi che possono essere utilizzati per ridurre il periodo di isolamento fiduciario in assenza di sintomi da 14 a 10 giorni. Se ne fa un ampio utilizzo in ambito sanitario e scolastico.  

Anche questi tamponi sono caratterizzati da bastoncini che vengono inseriti nelle narici o nella faringe, proprio come i tamponi tradizionali, ma in questo caso la risposta al test si otterrà nel ’arco massimo di 30 minuti. 

Questo tipo di test è molto veloce in quanto va a verificare semplicemente la positività agli anticorpi e la carica virale della persona presa in esame. 

Test Sierologici

Un altro strumento di screening molto importante sono i Test Sierologici.

Il test sierologico è un campione che viene  raccolto tramite un prelievo di sangue che permetterà di verificare se all’interno dell’organismo della persona sia presente una risposta immunitaria contro un agente infettivo. 

In caso di Covid il controllo verrà svolto andando a verificare se la persona abbia sviluppato le immunoglobuline M o G, quindi gli anticorpi IGM che rappresentano un’infezione recente e IGG che invece indicano un’infezione passata.

Test Sierologici come funziona 

I test sierologici possono essere di due tipologie: 

  • Test qualitativi: permettono di stabilire se la persona ha sviluppano adesso o in passato degli anticorpi contro agenti infettivi. 

Essi verranno praticati attraverso l’utilizzo di una goccia di sangue, che verrà esaminata attraverso un apposito di kit riuscendo in questo modo ad avere un risultato immediato.  

  • Test quantitativi: permette di capire la quantità di anticorpi prodotti dalla persona. Questo tipo di test richiede un prelievo di sangue che verrà sottoposto a uno specifico analizzatore posseduto dalle strutture sanitarie.                                                                                                                                  Per ottenere il risultato sarà necessario per le persone attendere un paio di ore. 

E’ importante sapere che sia i tamponi rapidi sia i test sierologici sono definiti test di screening, questo significa che nel caso in cui il test risultasse positivo la persona si dovrà sottoporre al tampone tradizionale per avere la conferma ufficiale. 

Se avete bisogno di informazioni o volete prenotare un tampone rapido potete chiamarci ai numeri 0017930904 o 3200374417. 

Facebookmail